Google+ Followers

venerdì 10 aprile 2009

Interessante sentenza sui danni subiti dai cani randagi.

Interessantissima e condivisibile la sentenza n. 8137/09 della III Sez. civile della Corte di Cassazione che ha stabilito che, in tema di randagismo, sono le Asl territorialmente competenti, a dover risarcire i danni alle persone che subiscono danni dai cani randagi e ciò in quanto una legge regionale affida la lotta contro questo fenomeno ai servizi veterinari delle aziende sanitarie locali.
Un sospiro di sollievo quindi per i Comuni che sono chiamati sempre più spesso dai cittadini al risarcimento dei danni.
I Giudici di Piazza Cavour hanno precisato che “la legittimazione passiva spetta alla locale azienda sanitaria, succeduta alla USL, e non al Comune, sul quale, perciò, non può ritenersi ricadente il giudizio di imputazione dei danni dipendenti dal suddetto evento”.

3 commenti:

Viviana ha detto...

Anche se non sarà una Pasqua come dovrebbe, ti auguro di passarla al meglio insieme alle persone che ti sono care. Buona vita
Viviana

Luciano ha detto...

Grazie Vivy anche a Te e ai tuoi cari.

Pelos caminhos da vida. ha detto...

Obrigado pela sua visita,será um prazer te receber de novo aqui.

Feliz Páscoa para vc tb.

beijooo.