Google+ Followers

lunedì 2 febbraio 2009

L'Italia aumenta le sanzioni amministrative per legge negli U.S.A. le riducono.






Questo post fa seguito alla notizia dell’arresto dell’ideatore dei semafori intelligenti (http://otrantino.blogspot.com/2009/01/vergogna-nazionale-e-non-solo-la-truffa.html) ideatore di quelle odiate macchinette elettroniche che gestivano e gestiscono i (presunti) semafori intelligenti.
Ebbene a conferma che in Italia non viene garantita alcuna certezza e trasparenza a favore dei cittadini ma al contrario quattrini e quattrini per quei pochi imprenditori e amministratori pubblici senza scrupoli oggi ho avuto notizia che mi indigna ancora di più che l’Italia è il Paese europeo con il più alto incremento delle multe automobilistiche negli ultimi 10 anni, con il 1265%.
Ecco come ti impoverisco il cittadino e metto in crisi tutte le pubbliche amministrazioni.
Questo delle multe è diventato un nuovo metodo per rimpinguare le casse delle amministrazioni pubbliche che non ricevono più quattrini dal Governo sprecone e per far arricchire – lo ripeto – qualche nullatenente imprenditore senza scrupoli.
Secondo lo sportello del contribuente che ha diffuso la notizia dopo l’Italia figurano, nella lista nera, la Romania con il 384%, la Bulgaria con il 306%, l’Albania con il 296%, l’Estonia con il 239%, la Slovacchia con il 214% e la Croazia con il 192%.
Questa lista dimostra con i fatti in che condizioni si trova l’Italia che peggiora sempre di più per qualcuno ha pensato e pensa ai cavoli propri e non a quelli del Paese.
Fanalino di coda l’Inghilterra con il 34%, la Germania con il 28% e chiude la Svezia con il 21%.
Sempre secondo lo sportello dei contribuenti a livello territoriale, in Italia le multe automobilistiche sono aumentate del 1304% nel Nord Est, del 1287% nel Centro, del 1184% nel Nord Ovest, del 1121% nel Sud e del 1032% nelle Isole.
Dicevo del caos e della crisi delle pubbliche amministrazioni per il semplice fatto che solo due italiani su dieci pagano la multa senza contestazione, mente l’80% impugnano il verbale innanzi al Prefetto o al Giudice di pace.
Chiudo nel dire che mentre in Italia le sanzioni amministrative sono state aumentate (automaticamente per legge. Chissà perché questa non può essere modificata) in America come avevo sostenuto già nella mie conclusioni di alcuni ricorsi avverso i verbali di accertamento (accolti) essendo evidentemente più intelligenti hanno pensato bene di ridurre le sanzioni in modo da ridurre i ricorsi e il conseguente caos negli uffici pubblici ma soprattutto nei Tribunali.
Questo lo ritengo un fatto gravissimo in quanto sono dell’idea che non si può ingolfare i tribunali ma soprattutto la Corte di cassazione per ricorsi di pochi euro.
Il mio auspicio quindi è quello che il governo rifletta su questo caos tutto italiano pensi alle cose più serie come questa che riguarda soprattutto le aule di giustizia e che riduca notevolmente semmai perlomeno alcune sanzioni amministrative per violazione del codice della strada (es.: divieto di sosta, grattino, superamento delle velocità di appena qualche chilometro e tutte le violazioni di poco conto). Altrimenti con l'aumento delle sanzioni peraltro automatico non si può che ottenere come risulta dai sopra indicati dati risultati opposti.

Nessun commento: