Google+ Followers

domenica 15 febbraio 2009

Guida in stato di ebbrezza? Ora basterebbe la parola del poliziotto.

Si alla linea dura contro chi si mette ubriaco alla guida. Si anche alle multe salate per chi viene sorpreso alla guida in stato d'ebbrezza o peggio drogato. Si al ritiro definitivo della patente in casi più gravi.
Ma non condivido assolutamente quanto stabilito dalla Corte di cassazione con la novella sentenza con la quale ha stabilito che per dimostrare lo stato di ebbrezza basta la parola del poliziotto anche se non è stato effettuato l'alcol test e se invece di ubriaco fosse drogato?
Ma insomma con una precedente sentenza la Corte aveva disposto l’ulteriore test presso l’ospedale per l’accertamento vero e proprio dello stato di ebbrezza. Ora invece basta la parola del poliziotto, pur non essendo medico di professione, purché dimostri l'esistenza dello stato di ebbrezza sulla base delle circostanze sintomatiche sul verbale (?) Ma stiamo dando i numeri?
Ma un poliziotto è in grado ora di riconoscere e accertare i sintomi e la diagnosi di una persona?
Mi sa che si sta facendo davvero un po’ troppa confusione in questo mondo. Il medico che deve denunciare un paziente anche se immigrato ed ora il poliziotto che deve fare la diagnosi.

4 commenti:

Nokenicus ha detto...

Hola, pasando a saludar y tambien para invitarte a que pases y veas mi blog a ver si encuentras algo de tu agrado y si te gusta intercambiemos enlaces, una suerte de fucionar dendritas o algo asi diria yo,je.
Saludos y hasta la proxima.

Oladapo Ogundipe ha detto...

I wonder if the poliecemen always get it right?

sabrina ha detto...

Questo è un'argomento che mi tocca da vicino, perchè un'anno e mezzo fà sono stata vittima di una donna che guidava in stato di ubriachezza e in più era sotto effetti stupefacenti, devi sapere che questa continua a guidare, fare danni fino a quel giorno in cui non ucciderà veramente qualcuno, ti premetto che a me è venuta addosso volutamente con l'intenzione di uccidermi anche se non la conosco affatto, in quel momento ero la sua vittima. Pensa un pò se il destino mi voleva male io non ero qui a scriverti tutto questo. La mia vita da quel giorno è cambiata. Un saluto grande da Sabrina ciaooooo

Luciano ha detto...

Eh si Sabrina l'importante ora è poterla raccontare.... ma questo tema penso si risolva rilasciando la patente vera e propria non dopo trenta giorni (ormai per svariati motivi per evoluzione e traffico non più possibile) ma dopo qualche anno di "esame" vero di guida. Io penso che si debba rilasciare una patente provvisoria anche di due tre anni e a chi sbaglia deve essere ritirata definitivamente.